Lunga lettura -

Lettura breve -

Le fratture sono così comuni che si dice che pochi bambini crescano senza rompersi anche solo un osso! E anche se le ossa guariscono da sole, senza un’assistenza medica tempestiva e adeguata, possono creare problemi in futuro.

 

Storicamente, il trattamento delle fratture comportava restrizioni di attività e riposo a letto. Un metodo più pratico consisteva nell’utilizzare delle stecche. Fu anche praticato l’uso di bende rinforzate con materiali di diverso genere. Poi si passò all’uso dell’intonaco dei calchi parigini. Questo è considerato uno dei trattamenti più conosciuti per le fratture, sebbene siano pesanti, limitino considerevolmente i movimenti e possano anche causare complicazioni cutanee.

 

Un osso fratturato può essere rotto in diversi modi (trasversalmente, obliquamente, frammentato e così via). A seconda dell’osso o delle ossa, dell’età del paziente e dell’entità del danno, viene deciso un metodo di trattamento appropriato.

 

Nei casi di fratture aperte e chiuse, in presenza di gravi lesioni ai tessuti molli, vengono utilizzati metodi di fissazione esterna. Per sostenere le parti rotte dell’osso vengono utilizzati tubi, aste, dispositivi circolari o altre disposizioni in metallo. In questi casi, il dispositivo si trova all’esterno del corpo ed è collegato all’osso tramite impianti, ovvero viti speciali che vengono fissate con fori praticati nelle aree non lesionate dell’osso.

 

Gli impianti possono anche essere sagomati in modo specifico per adattarsi alla forma naturale della superficie esterna dell’osso e per tenere insieme le parti rotte con una forza di compressione.

Queste piastre sono generalmente realizzate in titanio o acciaio inossidabile.

 

L’aria compressa viene utilizzata nel processo di produzione delle piastre in acciaio inossidabile e sono lavorate in una macchina CNC. Durante la sagomatura della forma in acciaio inossidabile, quando la fresa della macchina rimuove le punte di metallo, vengono generati trucioli minuti che sono poi depositati sul pezzo in lavorazione. L’aria ad alta pressione è diretta sulla superficie della piastra per rimuovere minuscole schegge e polvere.

L’aria compressa guida anche gli strumenti pneumatici utilizzati durante la chirurgia.

 

 

Inoltre i compressori oil-free di ELGi hanno trovato ampie applicazioni nel settore sanitario.

 

Per saperne di più sulla linea di prodotti ELGi, clicca qui.

Altre storie