Lunga lettura -

Lettura breve -

Nel mese di Ottobre 2016, Autocar Professional ha pubblicato un articolo su ELGi e il suo ruolo all’interno del mercato automobilistico. Leggi la storia qui sotto:

L’industria automobilistica è uno dei capisaldi del settore manifatturiero indiano, assicurandosi oltre il 7-8% percento del PIL. Per le aziende che godono di un buon flusso di vendite è assolutamente cruciale riuscire a utilizzare pienamente la loro capacità di produzione in modo da poter rispondere alle richieste. Ciò significa anche produrre senza sosta, non a singhiozzo.

Le centrali di produzione, che siano automobilistiche o meno, utilizzano aria compressa per molteplici scopi. È risaputo che un buon numero di OEM indiani (Original Equipment Manifacturer) e produttori di componentistica utilizzino i prodotti ad aria compressa di ELGi per innumerevoli impieghi all’interno delle loro fabbriche.

ELGi, nata come società di servizi automobilistici nel 1960, è oggi lanciata verso la leadership mondiale nel business dei compressori ad aria. Il direttore generale, Jairam Varadaraj, il quale ha preso in carica nel 1990 la società prevalentemente a conduzione familiare dopo averne intravisto il potenziale e l’ha catapultata nel grande circuito globale. Ciò è stato possibile grazie alla decisione di concentrarsi soprattutto sul settore dei compressori ad aria.

I ricavi annuali per l’anno 2015-2016 raggiungono i 15 miliardi di rupie. L’azienda, quotata in borsa, è tra le più importanti aziende produttrici di compressori non solo in India ma in altre 70 nazioni. Compete con successo con aziende tedesche e americane.

Cominciò inizialmente a vendere piccoli compressori per autofficine… Con il passare degli anni grazie a un forte know/how tecnologico è riuscita a entrare con successo nell’ambito della produzione di compressori ad aria.

Ad oggi ELGi offre una vasta gamma di compressori, inclusi compressori lubrificati a vite, oil-free, compressori centrifughi, essiccatori, filtri e altro. Il suo portafoglio include circa 400 prodotti largamente utilizzabili in vari settori industriali.  

Fornire a più livelli

In un’intervista per Autocar Professional durante una recente visita alla centrale di Coimbatore, il Dott. Varadaraj ha dichiarato: “Ci muoviamo nell’ambito automobilistico in tre differenti settori: officineda 1 a 50 piattaforme, fornitori di componenti e infine produttori di veicoli. Interagiamo con tutti i tre differenti ambiti, riuscendo a essere presenti nel settore automobilistico su molteplici livelli.”

Per l’anno 2015-2018 l’azienda ha registrato una crescita record dell’11% grazie al potenziamento della performance nel settore automobilistico.

Le vendite di auto passeggeri sono aumentate del 7 per cento, mentre le vendite di veicoli commerciali sono aumentate del 30 per cento, manifestando una chiara inversione di tendenza. Nonostante rallentamento dell’economia globale e calamità naturali che hanno colpito alcuni dei mercati export, le esportazioni per ELGi sono cresciute del 21 percento.

La clientela di ELGi include OEM (Original Equipment mìManifacturer) quali Renault-Nissan, Hyundai Motor India, Ford India, Honda Cars India, Maruti Suzuki India, Ashok Leyland, Tata Motors, BharatBenz, Mitsubishi, Skoda India, Toyota Kirloskar Motors India, Volkswagen India, Volvo Cars, Hero MotoCorp, TVS Motors, Bajaj Auto, Ceat Tyres, Mahindra & Mahindra e Bridgestone India.

ELGi tiene a mente i prossimi passi previsti per la crescita del business e sta cercando di entrare a gamba tesa nel mercato delle automobili sui mercati locali ed esteri. “Abbiamo intrapreso un approccio basato sulla crescita del branding in modo da rafforzare la nostra presenza nel settore automobilistico”, afferma Anvar Varadaraj, responsabile (Progetti Speciali), unitosi alla società alcuni anni fa.

Nonostante la forte concorrenza da parte di player globali, ELGi è altamente competitiva grazie ai suoi prodotti di alta qualità e a un servizio di manutenzione e assistenza di livello. Nel corso degli anni, ha istituito una vasta rete nazionale, rendendosi disponibile ogni 60 km, tramite concessionari o centri di assistenza. ELGi si sta attrezzando ridurre ulteriormente i tempi per l’assistenza, sino a coprire il 90% delle chiamate col ripristino del compressore in 8 ore.

La gamma di compressori d’aria ELGi comprende compressori a vite oil-free, compressori elettrici con essiccatore integrato e inverter in opzione, compressori d’aria a vite elettrici serie EN, compressori a cinghia, con / senza serbatoio ed essiccatori, compressori portatili a vite, compressori d’aria alternati lubrificati da 11kW-450kW.

Nel biennio 2015-16, l’attività del compressore rappresentava l’86% delle vendite totali, l’89% dei profitti e l’85% del capitale impiegato. ELGi ha un totale di 1592 dipendenti.

Investire sulla tecnologia

Nel corso degli anni ELGi ha sviluppato tecnologie d’avanguardia nell’ambito dei compressori. Parlando della forza tecnologica, il dottor Varadaraj ha dichiarato: “La tecnologia ha due elementi: know-how e know-why. La maggior parte delle aziende ha il know-how. Sanno come fare un prodotto, ma non sanno perché è fatto in un determinato modo. Solo quando si ha il know-why, si può andare verso una evoluzione del prodotto. Negli ultimi 20 anni di investimenti, abbiamo tenuto conto del know-why di ogni singolo compressore. Sappiamo come costruire un compressore poiché conosciamo il motivo per cui un compressore è fatto in tale maniera. Costruire conoscendo “il perché” non è facile, significa collaborare e capire i fondamenti della tecnologia. Questo non si raggiunge solo assumendo ingegneri, ma collaborando con le università, investendo in programmi di ricerca e intraprendendo grandi progetti sperimentali. Abbiamo fatto tutto questo negli ultimi 20-25 anni “.

ELGi intende essere un focolaio di innovazione e dispone di un team indipendente di Ricerca e Sviluppo con oltre 160 dipendenti che lavorano sulle tecnologie innovative in-house, concentrandosi non solo sulla riduzione dei costi, ma anche per migliorare la qualità e la funzionalità delle parti attraverso un migliore controllo sulla produzione.

“Una ricerca informale da noi realizzata ci dice che siamo il numero due nel mondo per quanto riguarda la qualità. Puntiamo a sorpassare il capofila presto. Lo standard a cui puntiamo è quello delle aziende leader a livello mondiale: focus sul cliente, sulle abilità di vendita, pezzi di ricambio superiori, ingegneri altamente qualificati e intervalli di manutenzione più lunghi. I nostri componenti sono progettati per durare più a lungo in modo che siano più agevoli nella manutenzione “, ha dichiarato Anvar.

ELGi si affida molto alla sua eccellenza produttiva e all’acquisto di componentistica di livello dai fornitori globali per mantenere i propri standard di eccellenza. Ha inoltre raggiunto un elevato livello di automazione nella produzione dei compressori, alla pari di molti competitor internazionali. “In precedenza acquistavamo costosi macchinari dall’estero ogni volta che avevamo in mente di ampliare le nostre capacità. Ma ora siamo noi stessi a produrre i macchinari, a una frazione del costo “, ha affermato Anvar.

Grazie a questa ricerca di eccellenza ELGi e società controllate come ATS ELGi stanno emergendo. Dato che la domanda di veicoli cresce, gli OEM hanno forti pressioni sui tempi di consegna e alcuni stanno anche cercando di allargare le proprie capacità. Per tali produttori, è necessario avere delle fabbriche che funzionino correttamente. È per questo che apprezzano le apparecchiature come i compressori d’aria che continuano a funzionare senza soluzione di continuità.

Fonte: http://www.autocarpro.in/features/elgi-automotive-factories-india-humming-22300

Collaboratore

Influenced by Michael Jordan, Stan Lee, and Scoop Jackson, he is a purveyor of creative editorial, quality journalism and collaborative ideas. He stays current on sport stats and has a savory palette for the finest American bourbon, but he enjoys nothing more than the production behind magazine editorial.

network

Per contribuire scrivici a

contribute@elgi.com

Altre storie