Lunga lettura -

Lettura breve -

Siamo gli unici a pensare che luglio sia il periodo PIÙ meraviglioso dell’anno? Probabilmente no. Luglio è il mese del gelato in tutto il mondo e questo vi dà più di una ragione per assaporare questo cremoso, zuccherato e irresistibile dolce!

State ancora cercando una scusa per prendere un delizioso cono gelato? Mangiate un gelato come snack per il dopo-lavoro, per terminare una cena perfetta con le vostre famiglie, o accanto alle maratone di film notturne; c’è qualcosa di meglio di una pallina (o due) di gelato?!

Ma cosa rende il gelato così delizioso? Vi stiamo per svelare la composizione chimica e la breve storia che c’è dietro alla perfetta combinazione di elementi quali zucchero, grassi, acqua gelata e l’aria che compongono questa miscela golosa.

Il cibo dei reali

È stato scoperto che è tutto merito del potere ghiaccio. Persino 4.000 anni fa, in Mesopotamia, esistevano case di ghiaccio in cui l’élite immagazzinava il cibo che desiderava mantenere al fresco. Non molto tempo dopo altri scoprirono la bontà della frutta fredda – a proposito, qualcuno desidera un delizioso mango appena tirato fuori dal frigo?

Nel V secolo a.C., i coni gelato mixati con miele e frutta venivano venduti nei mercati di Atene, i Persiani avevano imparato l’arte di conservare il ghiaccio e, anche in estate, godevano di dolci gelati e Faloodeh, una specie di sorbetto ampiamente prodotto oggi in Iran, che veniva servito ai reali già nel 400 a.C.

Nel corso dei secoli successivi, I produttori iniziarono a usare le loro conoscenze per migliorare la consistenza, il sapore e la durata di conservazione; fino a che, nel 18esimo secolo, il gelato ha trovato finalmente posto nel Oxford English Dictionary.

Come ci piace passare i nostri ‘Sundaes’

Nel 1843, Nancy Johnson di Philadelphia ottenne un brevetto per un congelatore per gelato a manovella, antenato del moderno freezer artificiale di oggi che, in seguito, permise il nostro incontro con varietà esotiche, gusti e combinazioni nuove che divennero così realtà.

È interessante notare, che un sostituto costituito da gelato, ricoperto di sciroppo di ciliegia e ciliegie candite fu inventato dal chiosco delle bibite Ed Berners e fu chiamato ‘Cherry Sunday’ da cui derivano i Chocolate Sundays e i Strawberry Sundays, che sono disponibili solamente la domenica. La pronuncia in seguito cambiò da ‘Sunday’ a ‘sundae’ e cominciò ad essere servito in piatti a forma di canoa.

Colpi di scena conici

 

Agnes Marshall, una famosa scrittrice di cucina, rese popolare il gelato in Gran Bretagna. Sebbene le si attribuisca il titolo di inventrice del cono gelato, ci sono molti altri contendenti a rivendicarlo. Coni standard con fondo piatto, coni per cialde, coni di zucchero, coni con granelli e altro ancora, oggi basta solo passeggiare (anche se sotto il sole) fino alla gelateria del quartiere per scoprire un’ampia varietà di scelta!

 

 

La meccanica perfetta

La tecnologia nel corso degli anni ha semplificato il processo di produzione del gelato e dei coni insieme a un ulteriore sviluppo che ha portato all’introduzione del gelato ‘soft’.

Un team di ricerca, formato da chimici britannici, ha scoperto un metodo per raddoppiare la quantità di aria nel gelato che rende la consistenza più soffice. Le bollicine sottili, presenti nel gelato, vengono circondate da una rete di goccioline di grasso parzialmente coalescenti che permettono al gelato finito di resistere allo scioglimento.

Questa tecnica ha giovato anche ai produttori, che non ne abbandoneranno facilmente la tecnologia, poiché gli ha permesso di utilizzare meno ingredienti reali, riducendo così i costi.

La tecnologia in questione prevede l’iniezione di aria compressa filtrata nella miscela del gelato ed è proprio qui che i migliori compressori d’aria incontrano il gelato.

Non è colpa vostra se trovate il gelato così allettante – è scienza. Rimandate questo piacere a più tardi e intanto leggete di più sui compressori d’aria oil free ELGi nelle industrie di vostro interesse qui.

Altre storie